Prestazioni - Centro Dentistico Romagnolo
228
page-template-default,page,page-id-228,page-parent,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-theme-ver-10.0,wpb-js-composer js-comp-ver-4.12,vc_responsive
 

Prestazioni

Chirurgia

È una branca della chirurgia. Include anche l’implantologia e la parodontologia. Estrazioni di denti erotti, residui radicolari, denti inclusi o semi-inclusi nelle ossa mascellari; di apicectomie, ovvero asportazioni dell’apice di denti coinvolti in processi flogistici; di asportazione di cisti e tumori del cavo orale; di chirurgia preprotesica come i rialzi di seno, cioè elevazioni del pavimento del seno mascellare mediante innesti di osso o biomateriali o la chirurgia ricostruttiva ossea.

Conservativa

L’odontoiatria conservativa è una branca dell’odontoiatria restaurativa che si occupa della cura dei denti interessati da processi cariosi e che hanno perso tessuto dentale a seguito di un trauma mediante l’ esecuzione di otturazioni. A questo scopo vengono utilizzati materiali estetici in composito per ripristinare la forma e la funzione dell’ elemente dentale.

Endodonzia

L’endodonzia è un settore dell’odontoiatria, che si occupa di curare le patologie del fascio vascolo nervoso presente all’interno del dente (endodonto) conosciuto anche come la polpa dentale. Infatti, il tessuto pulpare può andare incontro a infiammazione o a morte a seguito di carie profonde o inseguito a otturazioni incongrue. In questi casi è necessaria la rimozione mediante strumenti dedicati al fine di togliere il dolore o guarire l’eventuale presenza di un ascesso o di un granuloma.

Gnatologia

Malditesta ed apparato masticatorio: qual’è la correlazione?
Per affrontare queste tematiche è fondamentale il consulto con l’odontoiatra e lo gnatologo. Studia la fisiologia, la patologia e le funzioni della mandibola (masticazione, deglutizione, fonatoria, posturale) e pertanto, studia i rapporti tra i mascellari, i denti, le due articolazioni temporo-mandibolari, i muscoli che muovono i mascellari e il sistema nervoso che comanda quei muscoli, compresa la lingua.

Ortodonzia (per bambini e adulti)

È quella particolare branca dell’odontoiatria che studia le diverse anomalie della costituzione, sviluppo e posizione dei denti e delle ossa mascellari. Essa ha lo scopo di prevenire, eliminare o attenuare tali anomalie mantenendo o riportando gli organi della masticazione e il profilo facciale nella posizione più corretta possibile.

Ci sono diversi tipi di apparecchi ortodontici: quelli fissi tradizionali in metallo, placcati oro o in ceramica, quelli invisibili, oppure gli apparecchi linguali, posizionati all’interno, dietro ai denti. In base al bisogno del paziente studiamo la migliore soluzione possibile!

Implantologia

Implantologia è il ramo più recente di odontoiatria che sostituisce gli elementi dentali naturali persi. Un impianto è un nuovo dente di metallo e porcellana che sembra proprio come il dente naturale. E’ composto dal corpo dell’impianto in titanio che prende il posto della radice mancante e la corona del dente. E’ possibile sostituire anche tre o più elementi dentali mancanti costruendo un ponte su due o più impianti. Gli impianti, inoltre, possono essere utilizzati per ancorare protesi fisse complete o protesi mobili totali. Il nostro studio si avvale di tecnologie digitali che attraverso l’uso dei dati forniti dalle TAC dentali, consentono la ricostruzione tridimensionale dell’osso e la progettazione dell’intervento in maniera virtuale il che si traduce in precisione assoluta nel posizionamento degli impianti attraverso apposite “guide chirurgiche” senza bisogno di incisioni.

Prevenzione ed igiene

La miglior protezione è la prevenzione che prevede una profilassi regolare dal dentista ed una corretta igiene dentale. Per questo la prevenzione è al centro dei nostri progetti. Utilizziamo il DIAGNOCAM, uno strumento innovativo per rilevazione precoce della carie adatto per adulti e bambini e privo di raggi X. La sua luce ultravioletta individua eventuali carie non visibili, che possono essere rimineralizzate, ancora prima che curate!

Paradontologia

La parodontologia è una branca dell’odontoiatria che studia i tessuti del parodonto e  si occupa della prevenzione, della diagnosi e della terapia delle patologie che colpiscono il parodonto. Il parodonto è costituito dalla gengiva, osso alveolare, cemento radicolare (tessuto che ricopre la radice del dente) e legamento parodontale. La malattia parodontale distrugge questi tessuti e causa la perdita dei denti; se curata in maniera efficace può essere fermata, salvando i denti rimasti, mentre quelli persi possono essere sostituiti attraverso impianti o protesi.

Pedodonzia

Pedodonzia è la disciplina che previene e cura le patologie odontostomatologiche del paziente in età evolutiva dai 2 ai 16 anni. Il pedodontista è un medico odontoiatra con una preparazione professionale specifica che gli permette di trattare i bambini instaurando un rapporto di fiducia, un elemento fondamentale nel trattamento di queste fasce d’età. Grazie alla preparazione professionale, il bambino collabora con il medico permettendogli di eseguire i protocolli terapeutici e di prevenzione. Questo è fondamentale anche perché andrà a determinare il futuro rapporto con l’odontoiatra in età adulta.

Protesica

La protesica è la parte dell’odontoiatria che si occupa della progettazione e costruzione di protesi rispettando i requisiti di funzionalità (ristabilimento della corretta masticazione e delle funzioni articolari), resistenza (la protesi deve resistere al carico masticatorio), innocuità (la protesi deve essere costruita con materiali che non siano tossici e non deve presentare “angoli vivi” che potrebbero danneggiare i tessuti) ed estetica (i denti artificiali devono essere il più possibile simili a quelli naturali).

Sbiancamento

Lo sbiancamento dentale è una procedura odontoiatrica che permette di migliorare il colore dei denti, rendendoli più bianchi. A questo primo tipo di sbiancamento, cosiddetto “cosmetico”, si affiancano altri tipi di sbiancamenti utili per risolvere discromie dentali, anche severe, dovute a patologie sistemiche. Lo sbiancamento si può effettuare tramite l’utilizzo di laser o con la lampada a led.